Pubblicato il 5 commenti

Sotto la grande chioma …

Articolo 460

Lungo la strada che conduce all’Altipiano di Asiago e deviando poi verso il Caina, a poco più di 1000 metri di altitudine troneggia in maestosa solitudine, nel mezzo di un prato, un imponente faggio. Nelle giornate limpide lo sguardo spazia dalle Prealpi friulane fino all’Appennino emiliano e Venezia è lì, ad un soffio di brezza, che quasi riesci ad accarezzarla, adagiata sulle calme acque che brillano al sole. Sua maestà il Fagarè (faggio) è a guardia del suo regno da chissà quanti lustri e solo lui sa quante albe assonnate e quanti romantici tramonti sono passati davanti al suo cospetto. Solo lui conosce il silenzio dei tempi passati … e di quelli futuri … Ha resistito a guerre devastanti, tormente di neve, tempeste, periodi di grande siccità, ma imperterrito ed orgoglioso attende il futuro laddove madre terra ha deciso di farlo nascere, perchè altre guerre, tormente, tempeste, siccità, lo attendono.

Molti credono che questi monumenti naturali abbiano grandi poteri positivi. C’è chi ama abbracciare il tronco, chi ama conversare con loro, chi si riposa sotto la sua ombra … Personalmente non ho il dono di captare tali poteri, ma, sotto la grande chioma, poco importa in quale stagione, percepisco un piacevole senso di sicurezza che mi fa star bene, come un manto che emana calore e protezione … un fraterno abbraccio …






Article 460

Sous la grande chevelure …

Tout au long de la route qui mène au plateau d’Asiago, puis en déviant vers le Caina, à un peu plus de 1000 mètres d’altitude, un imposant hêtre domine en majestueuse solitude, au milieu d’une prairie. Pendant les journées limpides, le regard va des pré-Alpes frioulanes aux Apennins émiliens et Venise est là, à un souffle de brise, que l’on peut presque caresser, allongée sur les eaux calmes qui brillent au soleil. Sa majesté le Fagarè (hêtre) garde son royame depuis qui sait combien de lustres et lui seul sait combien d’aubes endormies et combien de couchers du soleil romantiques se sont écoulés devant lui. Lui seul connaît le silence des temps passés … et futurs … Il a résisté aux guerres dévastatrices, aux tourmentes de neige, aux tempêtes, aux périodes de grande sécheresse, mais imperturbable et fier il attend l’avenir où la mère terre a décidé de lui faire naître, car d’autres guerres, tourmentes, tempêtes, sécheresses l’attendent.

Beaucoup pensent que ces monuments naturels ont de grands pouvoirs positifs. Il y a ceux qui aiment embrasser le tronc, ceux qui aiment converser avec eux, ceux qui se reposent sous son ombre … Personnellement je n’ai pas le don de capter ces pouvoirs, mais, sous la grande chevelure, n’importe pas quelle que soit la saison, je perçois un sens agréable de sécurité qui me fait du bien, comme un manteau qui dégage chaleur et protection … une fraternelle accolade …






Sua maestà il Fagarè, il grande faggio. – Sa majesté le Fagarè, le grand hêtre.





Sotto la grande chioma … il silenzio e la pace …

Sous la grande chevelure … le silence et la paix …





… tutti i colori dell’autunno ed un seme, la speranza della prossima porimavera …

… toutes les couleurs de l’automne et une graine, l’espoir du printemps prochain …









… la natura … grande esempio di bontà e amore … – … la nature … grand exemple de bonté et d’amour …



… forza, sapienza e pace … – … force, sagesse et paix …



… grazie di cuore … – … merci de tout cœur …

Pubblicato il 15 commenti

Natura e spiritualità

Articolo 459

Il Brent de l’Art e l’Abbazia di Follina

20 settembre 2020

Ultimo giorno d’estate, non troppo caldo, soleggiato, leggermente ventilato, ideale per un piccolo viaggio. I “nonni” non potevano trascorrere un giorno migliore con la famiglia al completo : figli, generi e naturalmente, la principessa !! Per l’occasione abbiamo “scelto” un orrido nelle Prealpi Bellunesi, il Brent de l’Art che significa : “il torrente Ardo (Art) che scorre tumultuoso (brent) in una valle profonda”. C’era troppa gente, purtroppo, ma la gioia di ammirare un così lungo lavoro della natura è stata davvero grande, come in seguito la visita all’Abbazia cistercense di Santa Maria di Follina, uno scrigno di originalità e bellezza.

Famiglia, natura e spiritualità : un insieme quasi perfetto, un antidoto per rendere il tempo oscuro meno incerto e più sopportabile …




Article 459

Nature et spiritualité

Le Brent de l’Art et l’Abbaye de Follina

20 septembre 2020

Dernier jour d’été, pas trop chaud, ensoleillé, légèrement venteux, idéal pour un petit voyage. Les “grands-parents” n’auraient pas pu passer une meilleure journée avec la famille au complet : les enfants, les beau-fils et bien sûr, la princesse !! Pour l’occasion nous avons “choisi” le gorges dans les Préalpes de Belluno, le Brent de l’Art, qui signifie : “le torrent Ardo (Art) qui coule tumultueusement (brent) dans une vallée profonde”. Il y avait trop de monde, malheureusement, mais la joie d’admirer un si long travail de la natura était vraiment grande, comme plus tard la visite de l’Abbaye cistercienne de Sainte Marie de Follina, un trésor d’originalité et de beauté.

Famille, nature et spiritualité : un ensemble presque parfait, un antidote pour rendre le temps sombre moins incertain et plus supportable …




E’ quasi incredibile, l’orrido è nascosto nel verde di questo bellissimo e tranquillo paesaggio.

C’est presque incroyable, le gorges est caché dans la verdure de ce magnifique et tranquille paysage.




… regina e principessa … sempre in prima linea !!

… reine et princesse … toujours en première ligne !!




Una maestosa betulla osserva l’orizzonte dall’alto della collina.

Un bouleau majestueux regarde l’horizon du haut de la colline.




Il Brent de l’Art, un capolavoro della natura !!

Le Brent de l’Art, un chef d’oeuvre de la nature !!





… all’interno di un mondo surreale ciò che è umano svanisce ; resta solo la bellezza ed il canto dell’acqua fra le rocce …

… dans un monde surréaliste, ce qui est humain disparaît; il ne reste que la beauté et le chant de l’eau parmi les rochers …





… contemplazione … – … contemplation …





… anche il bosco circostante nasconde le sue piccole e delicate meraviglie …

… même la forêt environnante cache ses petites et délicates merveilles …





La severa facciata dell’Abbazia di Santa Maria di Follina.

La façade sévère de l’Abbaye de Sainte Marie de Follina.




Il favoloso chiostro dove ogni colonna racconta una storia.

Le fabuleux cloître où chaque colonne raconte une histoire.





Il nodo, simbolo di legame eterno e indissolubilità, è la più alta espressione di fedeltà e amore … fedeltà e amore tra due esseri … fedeltà e amore tra l’uomo e la natura …

Le nœud, symbole du lien éternel et de indissolubilité, est la plus haute expression de fidélité et d’amour … fidélité et amour entre deux êtres … fidélité et amour entre l’homme et la nature …

Pubblicato il 9 commenti

Città di mare …

Articolo 458

… arrampicata sui monti …

Genova, 12 settembre 2020

Passeggiare in questa antica città marinara è una caccia al tesoro perchè ad ogni angolo c’è sempre una sorpresa. Mi chiedo come possano esserci così tante cose in una stretta lingua di terra fra il mare e la montagna !! Nei famosi Caruggi, dove il sole penetra a malapena, le altissime case medievali sembrano abbracciarsi, ma quando ci si trova al centro di piazze e slarghi la luce intensa mette in risalto palazzi nobiliari, chiese e la magnifica Cattedrale di San Lorenzo con la sua facciata a righe bianche e nere. Dall’alto di un suo campanile si può ammirare l’orizzonte ed il mare, il porto antico, la Lanterna, i monti di ponente e di levante. E poi, varcata la Porta Soprana, entrata dell’antica cinta muraria, ecco un brivido di emozione : la casa di Cristoforo Colombo, uno dei più illustri genovesi. Tu sei lì, esattamente dove camminava il grande navigatore, pensava ai suoi viaggi, sognava … e lo cerchi tra le colonne dell’antico chiostro dietro casa sua … e oltre l’uscio della sua dimora dove chissà quante volte è entrato ed uscito … Anche lui avrà pensato che … l’importante non è partire con la valigia piena di vestiti, ma ritornare von la testa piena di ispirazioni e ricordi !!





Article 458

Ville balnéaire … grimpée sur les montagnes …

Gênes, 12 septembre 2020

Se promener dans cette ancienne ville maritime est une chasse au trésor car il y a toujours une surprise à chaque coin de rue. je me demande comment il peut y avoir tant de choses dans une étroite bande de terre entre la mer et la montagne !! Dans les célèbres Caruggi, où le soleil pénètre à peine, les très hautes maisons médiévales semblent s’embrasser, mais lorsque vous êtes au centre de places et d’éspaces ouverts, la lumière intense met en valeur les palais nobiliaires, les églises et la magnifique Cathédrale de Saint Laurent avec sa façade des rayures noires et blanches. Du haut de son clocher vous pourrez admirer l’horizon et la mer, l’ancien port, la Lanterna, les montagnes de l’ouest et de l’est. Et puis, après avoir traversé la Porte Soprana, entrée des anciens remparts de la ville, voilà un frisson d’émotion : la maison de Christophe Colomb, l’un des plus illustres génois. Vous êtes là, exactement là où le grand navigateur a marché, il pensait à ses voyages, il rêvait … et vous le cherchez parmi les colonnes de l’ancien cloître derrière sa maison … et au-delà de la porte de son domicile où qui sait combien de fois il est entré et sorti … Lui aussi faut avoir pensé que … l’important n’est pas de partir avec les valises pleines de vêtements, mais de rentrer avec la tête pleine d’inspirations et de souvenirs !!





Davanti al porto antico, Piazza Caricamento con le case medievali un tempo lambite dal mare.

Devant l’ancien port, la Place Caricamento avec les maisons médiévales étaient autrefois léchées par la mer.





Il Palazzo San Giorgio meravigliosamente affrescato.

Le Palais Saint George, merveilleusement décoré de fresques.





La Cattedrale di San Lorenzo. – La Cathédrale de Saint Laurent.



Pizzi di marmo decorano la facciata e le pareti laterali.

Des dentelles en marbre ornent la façade et les parois latérales.




L’interno della cattedrale è molto particolare : gli archi romanici (più antichi) sormontano quelli gotici (meno antichi), dovrebbe essere il contrario …

L’intérieur de la cathédrale est très particulier: les arcades romanes (plus anciennes) surmontent les arcades gothiques (moins anciennes), ce devrait être le contraire …




Vista magnifica del porto antico e della Lanterna dall’alto della cattedrale.

Magnifique vue sur l’ancien port et la Lanterne du haut de la cathédrale.




Il tetto della cattedrale, la torre del Palazzo Ducale e la bandiera con la croce di San Giorgio, vessillo della Repubblica di Genova.

Le toit de la cathédrale, la tour du Palais Ducal et le drapeau avec la croix de Saint George, bannière de la République de Gênes.





L’interno del campanile, luogo “altamente” spirituale per ammirare in creato ascoltando la brezza del mare …

L’intérieur du clocher, un lieu “hautement” spirituel pour admirer la création tout en écoutant la brise marine …





Magnifiche edicole religiose … gli angeli custodi sono dappertutto qui a Genova …

De magnifiques édicules religieux … les anges gardiens sont partout ici à Gênes …





… per le vie del centro … – … à travers les rues du centre …





… opinioni … ama profondamente in un mondo superficiale …

… opinions … aime profondément dans un monde superficiel …





… ma se ci penso … non è del tutto vero …

… mais si j’y pense … ce n’est pas tout à fait vrai …





… il mondo è anche brividi di gioia ed emozioni …

… le monde est aussi des frissons de joie et d’émotions …





Il Palazzo Ducale – Le Palais Ducal





Bella scrittura fatta a mano, alla faccia del computer …

Belle écriture faite à la main, fichtre de l’ordinateur …





Campanile barocco della Chiesa del Gesù. – Clocher baroque de l’église du Jésus.





Il Teatro dell’Opera Carlo Felice. – L’Opéra Carlo Felice.





Piazza De Ferrari con l’antico Palazzo della Borsa. – Place De Ferrari avec l’ancien Palais de la Bourse.





Via XX Settembre, il viale più importante di Genova per lo shopping di lusso, come Via dei Condotti a Roma , Via Montenapoleone a Milano … i Campi Elisi di Parigi … scusate, ma preferisco i sentieri di montagna …

La Rue XX Septembre, l’avenue la plus importante de Gênes pour le shopping de luxe, comme la Rue des Condotti à Rome, la Rue Montenapoleone à Milan … les Champs Elysées à Paris … désolé, mais je préfère les sentiers de montagne …




12 settembre, una calda giornata di fine estate… – Le 12 septembre, une chaude journée de fin d’été…





I Caruggi, che nel dialetto genovese significa “vicoli stretti”, è la parte più antica di Genova.

Les Caruggi, qui dans le dialecte génois signifie «ruelles étroitees», est la partie la plus ancienne de Gênes.





La Porta Soprana con le altissime torri gemelle. – La Porte Soprana avec les très hautes tours jumelles.





Il chiostro di Sant’Andrea, superstite dell’omonimo complesso monastico, contrasta con le adiacenti costruzioni più recenti.

Le cloître de Sant’Andrea, survivant du complexe monastique du même nom, contraste avec les bâtiments plus récents adjacents.





La casa di Cristoforo Colombo. L’edificio ha subìto nel corso dei secoli molti cambiamenti, il principale dei quali dovuto al bombardamento del 1684 su Genova, allora repubblica marinara, disposto dal Re Sole.

La maison de Christophe Colomb. Le bâtiment a subi de nombreux changements au cours des siècles, le principal étant dû au bombardement de 1684 de Gênes, alors république maritime, ordonné par le Roi Soleil.





Nella nobile Via Garibaldi sfilano da secoli sontuosi palazzi, fra i quali il Palazzo Rosso ed il Palazzo Bianco.

Dans la noble Rue Garibaldi, de somptueux palais défilent depuis des siècles, dont le Palais Rouge et le Palais Blanc.





Fra antico e moderno, Genova stupisce sempre, perchè più la visiti e più trovi bellezze da scoprire …

Entre ancien et moderne, Gênes émerveille toujours, car plus vous la visitez, plus vous trouverez de beautés à découvrir …





Genova, more than this … più di questo… – Gênes, more than this … plus que ça…





… bellissima di giorno, magica di sera, affascinante e seducente di notte …

… très belle le jour, magique le soir , fascinante et séduisante la nuit …





Prima di partire per Bassano, passeggiata mattutina con l’amico Enzo a …

Avant de partir pour Bassano, marche matinale avec mon ami Enzo vers …




… Marsiglia !! Niente paura, non abbiamo camminato fino alla grande città francese ; abbiamo visitato un villaggio dell’entroterra genovese, minuscolo, silenzioso, meravigliosamente immerso nella natura …

… Marseille !! Ne vous inquiétez pas, nous n’avons pas marché jusqu’à la grande ville française; nous avons visité un village de l’arrière-pays génois, minuscule, silencieux, merveilleusement entouré par la nature …

Pubblicato il 9 commenti

L’Acquario di Genova …

Articolo 457

… ed il Porto Antico.

12 settembre 2020



Varcare le porte di questa immensa struttura è come entrare in un altro mondo … quello dell’acqua. Per noi umani che viviamo d’aria è una sensazione insolita “navigare” nei fondali marini ed in questo acquario dove ce ne sono molteplici, si può fare tranquillamente il giro del mondo, attraversando mari e oceani come fanno i suoi agili, eleganti e talvolta bizzarri abitanti. Lo stupore dei grandi è come l’incredulità dei bambini e tutti, indistintamente, con il naso incollato al vetro, cercano un contatto affettivo con le creature dell’acqua … così differenti nelle forme e nei colori che sembra impossibile possano esistere nella realtà.

Sono pochi i luoghi che risvegliano le magiche sensazioni di quando si era bambini, curiosi e meravigliati di ogni cosa : l’Acquario di Genova è uno di questi …

Continua a leggere L’Acquario di Genova …

Pubblicato il 8 commenti

Camilla e i nonni

Articolo 456

Lo scorso 2 ottobre è stata celebrata la festa dei nonni ed è la prima volta che Paola ed io abbiamo avuto l’onore di festeggiarla. Camilla ha iniziato da poco il pre-asilo e con le maestre ha preparato il suo primo lavoro. Penso che tutti noi custodiamo gelosamente qualche ricordo dell’asilo, non è vero ? Sono quelle piccole cose create con tanta fantasia, colori e tanto, tanto entusiasmo …

Questo cuore è la prima “opera artistica” di Camilla, un piccolo segno di meravigliosa semplicità, di amore, calore, vicinanza e soprattutto speranza … e si sa, specialmente in questi tempi, ne abbiamo tutti un immenso bisogno …

Continua a leggere Camilla e i nonni

Pubblicato il 10 commenti

Giardini d’ispirazione

Articolo 455

Villa Durazzo Pallavicini

Pegli, 11 settembre 2020

Nel centro della zona residenziale del ponente genovese sorge questo bellissimo giardino storico romantico, tra i maggiori a livello europeo, premiato nel 2017 come giardino più bello d’Italia. Costruito tra il 1840 ed il 1846 per volere del marchese Ignazio Alessandro Pallavicini si estende per circa 9 ettari su una collina con un’eccezionale vista sul mare. Piante centenarie e rare, ruscelli, laghetti, ponti e cascate, chioschi, templi, serre, viali trionfali e sentieri sul bosco selvaggio fanno di questo luogo un insieme di armonie così coinvolgenti che sembra di vivere altri tempi. E’ assolutamente da vedere e godere con tutta la tranquillità di questo mondo !! E’ una vera fortuna che un tesoro simile, un tempo privilegio di pochi nobili, sia ora aperto a tutti. La storia parla nel silenzio del tempo …

Continua a leggere Giardini d’ispirazione

Pubblicato il 10 commenti

Amici in difficoltà

Articolo 454

Valstrona ferita

Le tristi notizie del maltempo che ha causato un’enormità di disagi tra la Provenza e la Liguria hanno fatto il giro del mondo, ma ce ne sono altrettante che meritano tutte le attenzioni, specialmente quando sono coinvolte delle care persone. Roberto, grande amico e collaboratore, mi ha inviato un video sull’inondazione che ha travolto la Valstrona … non ci sono parole !!

E’ ancora vivo il ricordo delle magnifiche giornate di ricamo tra ricamatrici italiane e francesi che hanno rallegrato il discreto silenzio di questa valle. Sicuramente ce ne saranno altre …

E’ veramente triste sentirsi inermi di fronte alle difficoltà di amici e conoscenti che si sono fatti in quattro per accoglierci con tanta amicizia, affetto ed ospitalità. Ora tocca a noi farci in quattro per donare a loro un caloroso conforto e tutto il nostro aiuto …



Nulla resiste all’eternità : sfortunatamente finiscono le cose belle ma fortunatamente finiscono anche quelle brutte …

Continua a leggere Amici in difficoltà

Pubblicato il 5 commenti

Genova

Articolo 453

Ponte San Giorgio …

un nuovo rinascimento ?

11 settembre 2020

Il motivo di questo viaggio era un altro ma non ho rinunciato a farlo per coronare un desiderio : attraversare il Ponte San Giorgio per sentirmi ancora più vicino ai familiari e alle 43 vittime del Ponte Morandi crollato il 14 agosto 2018. Paura ? No, solo un velo di tristezza e tanto orgoglio !! Non desidero rivangare i tormenti degli italiani che mai più dimenticheranno questa storia … e tante altre ; desidero solamente lodare il grandissimo sforzo di centinaia di persone che hanno lavorato giorno e notte in questo progetto, per dare vita ad una grande rinascita. Il nuovo ponte è l’orgoglio della nostra Italia che tenta lentamente di rialzarsi con piccoli, faticosi passi.

Se il mare è fatto di piccole gocce d’acqua e le montagne di piccole rocce … allora tutto è possibile.

Continua a leggere Genova

Pubblicato il 11 commenti

Colta sul fatto

Articolo 452

Villa Buri, 27 settembre 2020

Dopo varie segnalazioni di questa persona che vendeva fotocopie di schemi R&P a Villa Buri, Paola ed siamo andati a verificare. Purtroppo, quando siamo arrivati, la “signora” aveva già fatto le valigie perchè era stata invitata ad andarsene dall’organizzazione dell’evento. Ora io dico : vale veramente la pena rovinarsi la reputazione per “quattro soldi” guadagnati con tanta disonestà ? Fra l’altro dubito che la “signora” sia diventata ricca ; sicuramente si è fatta una figura di m. e si è umiliata con le sue stesse mani. E d’ora in poi sarà controllata dappertutto …

Contento e vittorioso ? No, assolutamente. Sono molto arrabbiato che al mondo sopravvivano esseri che mancano di rispetto e disprezzano la sensibilità della gente. E non aggiungo altro …

Ringrazio con grande affetto tutte coloro che vegliano con discrezione ed amicizia per la salvaguardia e la sopravvivenza di creativi ed artisti.

Ringrazio anche le gentili organizzatrici di Villa Buri (Verona) per il coraggio dimostrato di eliminare certe persone. Questo è segno di grande sensibilità e desiderio di tenere alta l’immagine di questo importante evento.

Continua a leggere Colta sul fatto

Pubblicato il 6 commenti

Moncoutant e la nuova collezione.

Articolo 451

E’ sfumata definitivamente la speranza di un ultimo viaggio in Francia. Purtroppo anche il Salone di Moncoutant è stato annullato e si conclude, ahimè, un anno nero quasi senza incontri, saloni, esposizioni e giornate di ricamo.

E’ una vana consolazione aver “risparmiato” migliaia di chilometri : avrei preferito mille volte incontrarmi con voi … Non so cosa ci riserverà il futuro ma ormai il passato è passato ed il futuro ci aspetta … bello o brutto che sia !!

Fortunatamente la nuova Collezione 27 procede a gonfie vele e già molti lavori attendono di essere incorniciati. Se tutto andrà bene saranno presentati in un luogo storico molto bello, in data da definire … ma non voglio anticipare nulla. Nel frattempo il mese di ottobre sarà interamente dedicato alla preparazione di questa collezione … dove sarà protagonista la leggerezza e la magica atmosfera dell’inverno.

Continua a leggere Moncoutant e la nuova collezione.